CREATINA MONOIDRATO

La necessità di utilizzare grandi quantità adenosin trifosfato (ATP) per unità di tempo comporta la necessità di incrementare le riserve di creatina muscolare. La creatina monoidrato viene somministrata per bocca a dosaggi variabili a seconda del peso corporeo e del carico di lavoro quotidiano. Urisada e coll.(1988) avendo dimostrato che il ciclo di creatina - fosfocreatina è essenziale nella rapida risintesi dell'ATP. Molti autori hanno dimostrato che la somministrazione orale di creatina è in grado di migliorare le capacità di lavoro (Volkov,1991 - Balsom, 1993 - Viru, 1994 - Bosco, 1995).

La creatina, essendo una sostanza presente in piccole quantità nella carne, rappresenta un supporto alimentare molto importante nello svolgimento di specialità quali la corsa di sprint, il ciclismo di velocità ecc. La dimostrazione che la concentrazione nel muscolo aumenta con l'assunzione orale dell'alimento e che, ai dosaggi consigliati, non vi sono effetti indesiderati, rende l'integrazione con creatina monoidrato consigliabile nell'allenamento di tutte le specialità sportive in cui necessita un elevato turn-over dell'ATP.

Effetti della somministrazione orale di creatina monoidrato (Bosco e coll. 1995)

La creatina monoidrato si dimostra quindi utile sia nelle attività di potenza e velocità particolarmente intense, sia nei giochi di squadra come il calcio, il rugby, la pallacanestro, l'hockey, sia in alcune attività di endurance quali la marcia, il ciclismo e il fondo, sia negli sport di palestra quali body building e l'aerobica.

Testi Rilevati da Interpharm Herbes Srl